LA VAGLIA CHE GUARDA AVANTI

Il programma elettorale di ‘ScelgoVaglia’ per Guido Sacconi Sindaco

SCARICA E LEGGI IL PROGRAMMA ELETTORALE!

(formato PDF, dimensioni circa 9 MB)

Ultime notizie

Chi è Guido. Un po' della sua storia

Biografia breve

Vaglia-Bruxelles. Per dieci anni, dal 1999 al 2009, è stato questo, ogni lunedì, il tragitto di Guido Sacconi per recarsi al lavoro.

Eletto al Parlamento europeo nel 1999 con i DS, viene riconfermato nella legislazione successiva con oltre 72.000 preferenze nella lista Uniti nell’Ulivo.

Entra a far parte, nell’Assemblea, di una delle Commissioni più importanti: quella Ambiente, salute pubblica e tutela dei consumatori, di cui viene eletto vice-presidente.

Sono dieci anni di impegno intenso su alcuni dei temi più importanti per la salute, qualità della vita dei cittadini ed il futuro stesso del nostro pianeta: questioni sulle quali Sacconi svolge un ruolo di primo piano.

Alcuni dei più importanti provvedimenti legislativi in tema di tutela ambientale e della salute dilavoratori e consumatori (come il REACH sul controllo delle sostanze chimiche in tutti i prodotti, o quello sulle emissioni di anidride carbonica da parte degli autoveicoli) sono state il frutto dell’impegno in prima persona di Guido Sacconi.

Non solo. Il Parlamento europeo lo chiamò ad essere il presidente anche della Commissione speciale sui cambiamenti climatici, determinante per portare gradualmente tutti gli stati, compresi USA e Cina, ad un impegno più vincolante, oltre gli obbiettivi del Protocollo di Kyoto.

Prima dei dieci anni al Parlamento europeo, Sacconi era stato vicepresidente del Consiglio Regionale della Toscana, dove era stato eletto nel 1995.

Nel 1992, con la nascita del PDS, fu lo stesso Achille Occhetto a puntare su di lui come segretario regionale del nuovo partito chiedendogli di rinunciare all’incarico di segretario generale della CGIL Toscana che Guido Sacconi al momento ricopriva.

E’ infatti nella CGIL che si svolge l’impegno precedente di Sacconi, dopo il suo trasferimento dal Veneto a Firenze per frequentare la Facoltà di Filosofia e dopo essere stato Segretario della Sezione Universitaria del PCI.

Prima responsabile dell’Ufficio studi della Camera del Lavoro di Firenze, poi segretario dei metalmeccanici della FIOM, poi della CGIL provinciale fino ad essere infine, per apprezzamento unanime, eletto appunto alla carica di segretario toscano del più grande sindacato italiano.

Grande appassionato di montagna, Guido è – fin da quando frequentava le scuole elementari  – socio del Club Alpino Italiano.

Guido Sacconi è autore di due libri, entrambi legati alla propria esperienze: “REACH Story” (2008) e “Storia di un politico controvoglia” (2014)

Al lavoro per la Vaglia che vogliamo

Cari concittadini,

 

assieme ai membri della squadra unitaria di centrosinistra che ha deciso di candidarmi – “il Coro”, come mi è piaciuto chiamarla – sto mettendo a punto il programma delle cose da fare.

Confesso: non avrei creduto -visto lo stato della politica oggi- di trovarmi a lavorare in un clima così sereno e costruttivo, con persone impegnate e disinteressate. Molto bene.

Anticipo che concluderemo questo lavoro in una Conferenza Programmatica prevista entro il 15 Aprile.

 

Sopra trovate le domande a cui vogliamo rispondere.

1. Vaglia com’era, com’è, come vogliamo che sia

La domanda è: chi sono gli abitanti di Vaglia oggi, quale la loro vita, quali i loro problemi?

Solo così si può stabilire una aggiornata scala di priorità e definire gli obbiettivi progettuali di “Scelgo Vaglia” per il buongoverno del Comune.

Il nostro proposito è quello di preservare e valorizzare tutto quello del passato che fa di Vaglia un luogo ad alta vivibilità (i rapporti sociali, il negozio di vicinato…) cui aggiungere e integrare tutto quanto oggi uno sviluppo moderno e sostenibile è in grado di offrire.

Gli studi più recenti ed affidabili ci dicono che Vaglia presenta peculiarità piuttosto importanti. E ci suggeriscono le risorse su cui puntare per la valorizzazione del comune: umane, conoscitive, economiche, ambientali, monumentali.

Il nostro punti partenza è però la campagna d’ascolto che abbiamo lanciato, per raccogliere i principali motivi di disagio e soprattutto indicazioni sulle urgenze più avvertite.

Una campagna articolata per frazioni e organizzazioni della società civile, ma fatta anche di incontri non formali, diretti, con le persone e le famiglie.

2. Come si crea un Comune moderno, efficiente, più semplice, più vicino

La priorità indiscussa, e più avvertita, sembra quella della scuola e del rilancio del progetto Barellai, in un più ampio disegno sulle opportunità formative (Centro Giovani, Società sportiva, attività culturali).

Più in generale, il nostro proposito è quello di mettere i cittadini – la qualità della loro vita – al centro delle nostre attenzioni sperimentando anche forme nuove di collaborazione attiva e di gestione comune dei problemi.

Nodo cruciale è naturalmente quello costituito dalla macchina comunale – avvitata progressivamente in una crisi molto grave – e dal connesso problema del bilancio.

3. Come si può assicurare lo sviluppo e la qualificazione del territorio

Anche in questo campo le maggiori difficoltà per definire degli obbiettivi da per- seguire derivano dai fallimenti accumulati nel tempo e dal pessimismo da essi comprensibilmente generato.

Tuttavia, dobbiamo ripensare e rilanciare una strategia di valorizzazione del patrimonio esclusivo del territorio vagliese.

Un patrimonio di risorse ambientali e monumentali che possono essere collegate per dare vita ad una offerta turistica ad alto tasso di redditività e di sostenibilità.

Un capitale messo seriamente in crisi da alcuni veri e propri “crac”, come quelli di Paterno e soprattutto il Banti, un enorme potenziale economico in grado di garantire benessere diffuso e buona occupazione, e lasciato alla rovina da decenni.

Va attivato insomma un circuito intelligente fra queste risorse – Villa Demidoff, Parco Garena, Banti -per sfruttarne al meglio le capacità attrattive e ricettive -.

E va inoltre rilanciato l’impegno per una iniziativa di più vasto raggio che riguardi l’intera area fiorentina come quella dell’Anello del Rinascimento.

Infine, è ovviamente indispensabile una radicale revisione del Piano Strutturale la cui impostazione e la cui tentata – e, se riproposta, inaccettabile! – imposizione hanno costituito una delle pagine più buie dell’amministrazione in fase di scadenza.

Insomma, il da fare non mancherà, e per questo la vostra collaborazione sarà preziosa. E di questo fin da ora vi ringrazio.

Anche in questo campo le maggiori difficoltà per definire degli obbiettivi da per- seguire derivano dai fallimenti accumulati nel tempo e dal pessimismo da essi comprensibilmente generato.

Tuttavia, dobbiamo ripensare e rilanciare una strategia di valorizzazione del patrimonio esclusivo del territorio vagliese.

 

PS. Chiunque voglia, mi contatti. Mi farà piacere.

info@guidosacconi.it

3515550756

 

Guido

Presentazione del Programma

Presentazione del Programma

Pratolino
21 Mag 2019 09:15 PM - 10:30 PM
Assemblea e Apericena di chiusura

Assemblea e Apericena di chiusura

Caselline
24 Mag 2019 07:30 PM - 09:30 PM
ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2019

Vaglia
26 Mag 2019 07:00 AM - 11:00 PM

Chi siamo

ScelgoVaglia’ è la lista unitaria di centrosinistra che candida a Sindaco, alle prossime amministrative del 26 maggio, Guido Sacconi.

La coalizione è formata dal PD e da ‘Vaglia Futura’, la lista di sinistra che già si era presentata alle precedenti elezioni locali.

Questo è il Comitato Elettorale di Guido Sacconi, e questi i responsabili dei vari settori di lavoro

Coordinatore della campagna
Enzo Benvenuti

Coordinatrice dei volontari
Vanna Baroncini

Responsabili agenda del candidato
Camillo Trupia
Chiara Cometa

Ufficio Stampa
Carlo Chiappelli
Sara Aldobrandi

Sito Web
Roberto Del Bianco

Responsabile fornitori
Francesco Demi

Budget e raccolta fondi
Simonetta Vannucci

Gestione dati
Renzo Crescioli

Grafica
Sabrina Tambani

Chiunque voglia, mi contatti. Mi farà piacere.

Sede comitato elettorale:

Via Fiorentina 457, 50036 Pratolino

Telefono:

351 5550756