DIARIO DI VIAGGIO PARTE II: Quarta tappa VAGLIA

LA PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA ELETTORALE

Quarta tappa VAGLIA

Lo scorso 15 maggio siamo stati ospiti della Misericordia, a fare l’assemblea di presentazione di programma a Vaglia e con noi al tavolo era presente anche il segretario provinciale del PD nonché Assessore ai lavori pubblici e all’ambiente del Comune di Scarperia e San Piero, Marco Recati.

Oltre al nostro programma abbiamo anche sottolineato l’importanza, mai come in questo momento, del voto delle Europee che si svolgerà in contemporanea con le amministrative il 26 maggio. Visto il clima che si è venuto a creare nel Paese è fondamentale essere un argine contro la deriva della politica sovranista e populista.

La discussione con i presenti si è poi spostata sulla scuola, vista la nostra posizione chiara in merito all’impossibilità di costruire un complesso nuovo a Vaglia, tra l’altro su un terreno con alcune problematiche ambientali. Dagli studi a corredo del piano approvato poche settimane fa dall’amministrazione, infatti, la zona del nuovo plesso scolastico presenta una fattibilità geologica di livello 3 per la presenza di una frana quiescente ed una fattibilità idraulica di tipo 4 per la possibile esondazione di due fossi. Sono, pertanto, necessarie preventive indagini ed opere di messa in sicurezza. Da sottolineare anche i fondi necessari per costruire ex novo un plesso scolastico, che come detto nelle assemblee pubbliche si stimano sui 12 milioni di euro solo per le elementari (la spesa corrente di Vaglia è di poco più di 5 milioni). Abbiamo spiegato ai presenti che la pericolosità geologica del Barellai è solo limitata ad una parte dell’edificio. Servirebbero, inoltre, ulteriori indagini per comprendere nel dettaglio il fenomeno e procedere alla progettazione delle opere di messa in sicurezza. Dagli studi del piano appare comunque chiaro che esistono aree limitrofe al Barellai non interessate da questo tipo di pericolosità, dove è presente un affioramento roccioso su cui potrebbe essere costruito l’ampliamento, senza neanche disturbare i bambini che frequentano il Barellai.

Recati ha anche sfatato il mito dell’impossibilità di fare i lavori di consolidamento della scuola durante le lezioni, perché questo è successo, proprio in questi anni, in diversi plessi del Mugello, senza che i bambini abbiano perso un solo giorno di lezione.

Infine abbiamo parlato delle associazioni del territorio e delle strutture che, in alcuni casi come la palestra di Pratolino, è stata affidata con gara all’AICS, con un vincolo di un solo anno che permetteva alle altre associazioni (del nostro territorio) con corsi nella palestra, di usufruirne gratuitamente. Passato il primo anno, le associazioni hanno dovuto, per poter continuare ad usufruire dello spazio, iniziare a pagare un affitto ad AICS. Quello che emerge è che la somma degli affitti è sicuramente più alta della somma che AICS versa al Comune per usufruire dello spazio.

In generale, per la gestione delle strutture presenti nel il Comune riteniamo fondamentale invece il coinvolgimento dell’associazionismo locale, vista la scarsità di fondi dell’amministrazione.