Guido Sacconi

Candidato sindaco

Vaglia-Bruxelles. Per dieci anni, dal 1999 al 2009, è stato questo, ogni lunedì, il tragitto di Guido Sacconi per recarsi al lavoro.

 

Eletto al Parlamento europeo nel 1999 con i DS, viene riconfermato nella legislazione successiva con oltre 72.000 preferenze nella lista Uniti nell’Ulivo.

Entra a far parte, nell’Assemblea, di una delle Commissioni più importanti: quella Ambiente,

salute pubblica e tutela dei consumatori, di cui viene eletto vice-presidente.

 

Sono dieci anni di impegno intenso su alcuni dei temi più importanti per la salute, qualità della vita dei cittadini ed il futuro stesso del nostro pianeta: questioni sui quali Sacconi svolge un ruolo di primo piano.

Alcuni dei più importanti provvedimenti legislativi in tema di tutela ambientale e della salute dilavoratori e consumatori (come il REACH sul controllo delle sostanze chimiche in tutti i prodotti, o quello sulle emissioni di anidride carbonica da parte degli autoveicoli) sono state il frutto dell’impegno in prima persona di Guido Sacconi.

 

Non solo. Il Parlamento europeo lo chiamò ad essere il presidente anche della Commissione speciale sui cambiamenti climatici, determinante per portare gradualmente tutti gli stati, compresi USA e Cina, ad un impegno più vincolante, oltre gli obbiettivi del Protocollo di Kyoto.

 

Prima dei dieci anni al Parlamento europeo, Sacconi era stato vicepresidente del Consiglio Regionale della Toscana, dove era stato eletto nel 1995.

 

Nel 1992, con la nascita del PDS, fu lo stesso Achille Occhetto a puntare su di lui come segretario regionale del nuovo partito chiedendogli di rinunciare all’incarico di segretario generale della CGIL Toscana che Guido Sacconi al momento ricopriva.

 

E’ infatti nella CGIL che si svolge l’impegno precedente di Sacconi, dopo il suo trasferimento dal Veneto a Firenze per frequentare la Facoltà di Filosofia e dopo essere stato Segretario della Sezione Universitaria del PCI.

Prima responsabile dell’Ufficio studi della Camera del Lavoro di Firenze, poi segretario dei metalmeccanici della FIOM, poi della CGIL provinciale fino ad essere infine, per apprezzamento unanime, eletto appunto alla carica di segretario toscano del più grande sindacato italiano.

Grande appassionato di montagna, Guido è – fin da quando frequentava le scuole elementari  – socio del Club Alpino Italiano.

Guido Sacconi è autore di due libri, entrambi legati alla propria esperienze: “REACH Story” (2008) e “Storia di un politico controvoglia” (2014)

More Staff

Simonetta Vannucci

Budget e Raccolta Fondi

Francesco Demi

Resp. Fornitori

Vanna Baroncini

Coordinatore Volontari

Jacopo Gheser

Social